Oggi vorrei trattare un argomento di cui spesso si sente parlare ma che non sempre si conosce: vale a dire la Società Fiduciaria.

 

La fiduciaria è una società che si obbliga alla gestione di beni per conto di un soggetto terzo.

Quindi, una persona decide di affidare i propri beni, ad una società e questa si assume l’impegno di gestirli secondo quanto pattuito con il soggetto interessato, detto fiduciante.

Quindi  la prima funzione della società fiduciaria è sicuramente quella della gestione di beni mobili o immobili e del patrimonio in generale  che il fiduciante decide di affidarle. Durante questa gestione, è bene sottolineare che la titolarità dei beni non passa in capo alla società, ma è il fiduciante a rimanerne titolare.

La società si limita alla gestione del patrimonio o della contabilità, sulla base di ciò che il fiduciante richiede, creando in questo modo un patrimonio separato e distinto da tutto il resto

Un’altra caratteristica molto particolare è  quella della segretezza. Infatti, tutta la sua gestione è coperta dal  cosiddetto segreto fiduciario. Ed è proprio questa la caratteristica che la contraddistingue dalle altre società e il motivo per cui  spesso viene scelta.

Il segreto fiduciario consiste in pratica nel fatto che nessuno può risalire al tuo nome come titolare del diritto di proprietà in capo ai beni e ai titoli che la società ha in gestione.

Quindi, nel caso  in cui ci sia  un controllo nei registri pubblici, il tuo nome come proprietario dei beni non appare. Questo è l’aspetto per cui tanti soggetti che decidono di mantenere l’anonimato ricorrono alla società fiduciaria.

.Ci sono 2  tipologie di società fiduciarie

  • Società fiduciaria statica: si occupa della gestione dei beni e del patrimonio, nonché della contabilità del fiduciante;
  • Società fiduciaria dinamica: oltre alla gestione dei beni che gli sono stati affidati si occupa anche di reinvestirli secondo quanto disposto dal fiduciante stesso e, in questo caso, il rischio dell’investimento rimane a capo del cliente e non della società.

Perché ricorrere ad una società fiduciaria?

Il principale vantaggio che ne deriva dall’affidare i propri beni o la contabilità ad una fiduciaria è la segretezza che aleggia intorno al nome del fiduciante.

Proviamo ad individuare alcuni casi in cui la Fiduciaria ci può essere d’aiuto :

 

  • Garantire la discrezione a chi voglia effettuare un’operazione o detenere un bene
    senza apparire;
  • Garantire un’effettiva separazione ed autonomia dei patrimoni tra business o
    soggetti differenti;
  • Esistenza di una situazione societaria conflittuale;
  • Protezione, conservazione e amministrazione del patrimonio;
  • Protezione della sfera privata;
  • Riorganizzazione di patrimoni familiari;
  • Necessità di nominare un sostituto d’imposta;
  • Necessità/richiesta di applicazione del regime di risparmio amministrato o gestito
  • (nei casi previsti dalla legge);
  • Partecipazione ad aste giudiziarie;

 

Infine si può ricorrere alla affinchè   i beni possono passare da un componente all’altro della famiglia, assicurandone una buona gestione.

A volte si confonde la società fiduciaria con il trust, ma la differenza è che nel trust non passa solamente l’amministrazione dei beni ma anche la sua titolarità.

Tuttavia, sia la società fiduciaria sia il trust vengono utilizzati per una corretta gestione del proprio patrimonio mantenendo la segretezza sull’identità del soggetto che affida i propri beni.

Sicuramente è questo un tema che va approfondito e sviscerato insieme ad un professionista.

 

Un caro saluto a tutti e alla prossima settimana.

 

 

 

 

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *