Il 1 Ottobre si è aperto ufficialmente il Mese dell’Educazione Finanziaria.

In questa terza edizione ci sono tante novità,  la prima è sicuramente il tema, incentrato quest’anno  sulle scelte finanziarie ai tempi del Covid 19 .

Questo insieme a  molti altri argomenti  saranno affrontati nel corso del Mese, con un ricco calendario di eventi online e in presenza: conferenze, webinar, iniziative culturali, seminari informativi, spettacoli, giornate di gioco e formazione rivolte a adulti, ragazzi e bambini. Gli eventi  saranno gratuiti e senza scopo di lucro e potranno essere organizzati da una pluralità di enti pubblici e privati. Dal 26 al 31 ottobre, in particolare, si svolgerà la settimana dell’educazione previdenziale.

Questa iniziativa, alla sua prima edizione, nasce con l’obiettivo di aumentare la cultura previdenziale dei cittadini, a partire dai più giovani, favorendo una migliore comprensione del funzionamento del sistema di previdenza italiano, obbligatorio e complementare.

 

Saranno accolte tutte le iniziative che avranno l’obiettivo di accrescere le conoscenze di base sui temi di gestione e programmazione delle risorse finanziarie personali e familiari,

 

“Si tratta di un appuntamento importante che il Comitato rinnova anche quest’anno. L’obiettivo è quello di sensibilizzare i cittadini sulla necessità di migliorare le proprie competenze finanziarie,  Il motivo è che  Queste competenze incidono profondamente sulla qualità della vita delle persone e si rivelano fondamentali per affrontare al meglio l’attuale momento di crisi e incertezza legato all’emergenza Covid-19. Tanti dati ci dicono che le conoscenze finanziarie degli Italiani sono ancora carenti e vanno potenziate.

L’Italia lo ricordo è uno di paesi con la più scarsa cultura finanziaria che è necessaria per avere una maggiore resilienza ovvero per saper affrontare al meglio il rischio di “shock avversi” ed avere un atteggiamento più lungimirante verso il futuro.

 

Tante volte ci preoccupiamo dell’andamento dei mercati finanziari  o ci spaventiamo dietro ad un giorno nero delle borse mondiali, quello che conta è partire dalle basi e pianificare il nostro risparmio partendo dalle  nostre entrate ed esigenze.

In questo modo  se saremo  costanti nei nostri comportamenti avremo un futuro, almeno da questo punto di vista solido e florido.

 

Un saluto a tutti e al prossimo appuntamento.

 

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *