QUESTA SETTIMANA VI CONSIGLIO UNA LETTURA, E' USCITO FINALMENTE CON LA TRADUZIONE IN ITALIANO UNO DEI LIBRI PIU' INTERESSANTI SULLA FINANZA, MI RIFERISCO A THE INTELLIGENT INVESTOR, CHE TRADOTTO DIVENTA L'INVESTITORE INTELLIGENTE SCRITTO NEL 1949 DA BENJAMIN GRAHAM.

QUESTO LIBRO E' PROBABILMENTE IL MIGLIOR LIBRO SUGLI INVESTIMENTI CHE SIA MAI STAO SCRITTO.

L'AUTORE, BG, E' STATO IL PADRE DI MOLTISSIMI GRANDI GESTORI CONOSCIUTI COME VALUE  INVESTOR, A INDICARE UNA TECNICA DI INVESTIMENTO BASATA SU UNA SCRUPOLOSA ANALISI FINANZIARIA PER IL CALCOLO DEL VALORE FONDAMENTALE DEL SINGOLO TITOLO.

 IL PIU' FAMOSO DI QUESTI E' SICURAMENTE WB CHE FU ANCHE SUO ALLIEVO ALLA COLUMBIA UNIVERSITY  E PER BREVE TEMPO ANCHE SUO  GIOVANE COLLABORATORE NELLA SOCIETÀ DI GESTIONE CHE GRAHAM  FONDO'  DOPO IL CROLLO DELLA BORSA DEL 1929.

STIAMO PARLANDO QUINDI NON DI UN TEORICO, MA DI UN UOMO DI MERCATO, CAPACE DI ELABORARE UN'INFRASTRUTTURA DI REGOLE DI INVESTIMENTO PARTENDO DALL'OPERATIVITÀ E NON DA MANUALI ECONOMICO-FINANZIARI. TUTTO QUELLO CHE LEGGERETE SU QUESTO LIBRO E' PERTANTO FRUTTO DI UN GRANDE INVESTITORE CHE SPERIMENTO' SULLA PROPRIA PELLE OSCILLAZIONI ESTREME, DALLA GRANDE DEPREsSIONE DEL 1929 AL LUNGHISSIMO MERCATO RIALZISTA CHE FECE SEGUITO ALLE SECONDA GUERRA MONDIALE. IL SUO VERO OBIETTIVO NELLO SCRIVERE QUESTO LIBRO, CREDO FOSSE CONVINCERCI CHE SOLTANTO UN RIGOROSO APPROCCIO METODOLOGICO PUO' SALVARCI DA NOI STESSI E DALLA NOSTRA INNATA TENDENZA A ESSERE VITTIME DELLE MODE DEI MERCATI, RAPPRESENTATI DALLA BRILLANTE METAFORA DI MR MARKET NEL CAPITOLO 8.

CON I SUI CONTINUI RIFERIMENTI ALLA PSICOLOGIA DELL'INVESTITORE E ALLA IMPORTANZA DEI COMPORTAMENTI, GRAHAM E' STAO SICURAMENTE IL PRECURSORE DELLA FINANZA COMPORTAMENTALE CHE DAL 1978 AD OGGI HA COLLEZIONATO BEN 3 PREMI NOBEL PER L'ECONOMIA.

SECONDO GRAHAM PER INVESTIRE CON SUCCESSO NELL'ARCO DI UNA VITA NON C'E' BISOGNO DI UN QUOZIENTE INTELLETTIVO STRATOSFERICO O DI UN PARTICOLARE ACUME PER GLI AFFARI O DI UNA FONTE DI INFORMAZIONI RISERVATE, QUALLO CHE SERVE E' UN IMPIANTO TEORICO SOLIDO SU CUI BASARE I PRCESSI DECISIONALI E LA CAPACITA' DI IMPEDIRE ALLE EMOZIONI DI CORRODERE QUELL'IMPIANTO.

UNO DEI SUOI PRINCIPI FONDAMENTALI E' CHE IL MERCATO E' COME UN PENDOLO CHE OSCILLA ETERNAMENTE TRA L'OTTIMISMO INSOSTENIBILE, CHE RENDE I TITOLI TROPPO COSTOSI, E IL PESSIMISMO INGIUSTIFICATO CHE LI FA COSTARE TROPPO POCO. L'INVESTITORE INTELLIGENTE E' INVECE UN REALISTA CHE VENDE AGLI OTTIMISTI E COMPRA DAI PESSIMISTI

CON DISCIPLINA E CORAGGIO POSSIAMO EVITARE CHE GLI SBALZI D'UMORE ALTRUI INFLUENZINO IL NOSTRO DESTINO FINANZIARIO.
















LA DIFFRENZA PIU' REALISTICA TRA L'INVESTITORE E LO SPECULATORE RIGUARDA IL LORO ATTEGGIAMNETO NEI CONFROTNI DELL'ANDAMENTO DEL MERCATO AZIONARIO. L'INTERESSE PRIMARIO DELLO SPECULATORE E' PREVEDERE E SFRUTTARE LE FLUTTUAZIONE DEL MERCATO, L'INTERESSE PRIMARIO DELL'INVESTITORE E' ACQUISTARE E CONSERVARE I TITOLI INTERESSANTI A PREZZI INTERESSANTI.

I MOVIMENTI DEL MERCATO SONO IMPORTANTI PER L'INVESTITORE INTELLIGENTE IN UN SENSO PRATICO, PERCHE' IN MOMENTI ALTERNI CREANO PREZZI BASSI AI  QUALI SI FAREBBE BENE A COMPRARE E PREZZI ALTI AI QAUALI CERTAMENTE  CI SI DOVREBBE  ASTNERE DAL COMPRARE E ADDIRITTURA SI FAREBBE BENE A VENDERE.

SICURAMENTE IL CROLLO DEI MERCATI DI QUESTO ANNO DOVUTO ALLA PANDEMIA RAPPRESENTA UN MOMENTO IN CUI I PREZZI SI SONO ABBASSATI




Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *