Da” risk on” a “risk off” senza passare dal via.

Ieri i mercati hanno registrato il peggior tonfo da marzo per l’azionario, crolla il petrolio, volano e beni rifugio. A generare questo andamento, il pessimismo della Fed sull’economia e la risalita dei contagi in Usa.

Ma ricordiamoci che, per chi non fa l’attività dello speculatore, ed ha un orizzonte di lungo periodo una delle regole auree degli investimenti è : “la diversificazione”.

La diversificazione nel corso del tempo batte qualsiasi investimento fatto in autonomia? A quanto pare gli esperimenti compiuti con dolcetti e caramelle dal Prof. Treynor e dal Prof. Mauboussin sembrano dirci di sì

Jack Treynor

E’ possibile che ogni tanto qualcuno batta il mercato, è praticamente impossibile che questo avvenga nel lungo periodo. Questo ci dice l’esperimento dei dolcetti di Treynor.

I mercati finanziari sono un gioco a somma zero con tendenza a muoversi nel lungo periodo attorno ad un valore medio.

Nel 1987 il professor Jack Treynor fece un esperimento molto semplice. Prese un barattolo , lo riempì  di dolcetti e chiese ai suoi studenti di finanza di indovinare quanti dolcetti erano presenti nel barattolo stesso. La media delle risposte fu di 871, mentre il valore reale dei dolcetti presenti nel barattolo era 850.

Solo 1 studente su 46 si avvicinò più della media alla risposta corretta. La media delle risposte in pratica non era solo una buona stima del numero corretto, ma era anche migliore delle stime di ciascun individuo. Ecco spiegato perché è meglio investire in uno strumento che rappresenta un indice di mercato ben diversificato piuttosto che fare il battitore libero.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *