Un buon motivo per smettere di fumare ce lo dà una recente ricerca tedesca : il fumo fa male alla salute, ma anche agli investimenti.

Un fumatore risparmia in media un mese e mezzo in meno rispetto ad un non fumatore e,  secondo la ricerca, ha un eccessivo turnover degli investimenti, e tra le cause di questa sotto performance c’è la maggiore  mancanza di autocontrollo.

Questo l’esito di una interessante quanto originale ricerca dell’università di Francoforte

Su un campione di 3.553 investitori fumatori comparati a 10.091 non fumatori sono emersi dei risultati molto interessanti.

Il rendimento annuo al lordo delle commissioni di un portafoglio di investimento di un investitore fumatore è risultato più basso dello 0,81% rispetto al non fumatore.

Al netto delle commissioni questo rendimento è risultato più basso del 2,57%.

Il turnover mensile di portafoglio di un investitore fumatore è risultato dello 0,57% più alto.

Un fumatore risparmia in un anno per 1.5 mesi in meno rispetto a chi non consuma sigarette.

Ricalcando l’esempio fatto sul blog di Joackim Klement, se una persona investe 100 mila €, un fumatore mediamente perde 2.570 Eur ogni anno di performance rispetto ad un non fumatore. Se poi quest’ultimo contribuisce con 12 mila Eur l’anno al proprio piano di risparmio un fumatore lo fa per 10500 Eur. Una differenza che dopo 40 pesa e non poco.